Selezione fai da te? Ahi! Ahi! Ahi! Ahi!

Turista fai da te?

No Alpitur?

Ahi! Ahi! Ahi! Ahi!

 

selezione ahi ahi ahi ahi

 

Chi ha più di 20 anni non può non ricordare questo tormentone.

Ed effettivamente appartiene a tutti l’esperienza, vacanze a parte, di aver vissuto una situazione professionale in cui si è deciso di agire da soli, senza l’aiuto del solito consulente – ovviamente allo scopo di spendere meno – e alla fine il risultato è stato… Ahi! Ahi! Ahi! Ahi!

L’attività della selezione del personale è esattamente una di quelle. Quale libero professionista, imprenditore, direttore di una PMI, non si è trovato, almeno una volta nella propria carriera professionale, a dover assumere qualcuno e a decidere di fare da sè?

E’ bene chiarire senza equivoci che il costo di una selezione “fai da te” fatta male è assai più elevato che affidarsi a qualcuno che lo fa di mestiere. Gli oneri derivanti dall’inserimento di una persona sbagliata, che dopo alcuni mesi deve essere sostituita da un’altra più idonea, sono incommensurabilmente più elevati dell’onorario di un esperto che svolge quest’attività in modo professionale.

Proprio per questo motivo abbiamo realizzato un ebook per fornire, a chi voglia gestire in autonomia questa attività (studi legali, contabili, notarili, medici, Piccole Medie Imprese, ecc.), alcuni consigli pratici per svolgerla in modo meno improvvisato.

Questa pagina invece è dedicata a tutti gli altri, che non vogliono saperne nulla di job description, annunci, curricula, colloqui, ecc.

 

 

 

Commenta con Facebook

Autore: .