Consulenza HR


Riconoscere il giusto valore alle proprie risorse interne è il miglior investimento che può fare un’azienda.

 

CONSULENZA HR

 

Consulenza HR: intervenire nell’ambito delle risorse umane significa accostarsi all’azienda per ascoltarne le necessità, analizzarne i bisogni e definire insieme le caratteristiche dell’intervento da attuare, personalizzando i contenuti, la metodologia e gli strumenti in funzione delle singole esigenze.

La persona viene messa al centro dell’intervento, pur mantenendo sempre chiari gli obiettivi aziendali: maggior efficienza organizzativa, incremento del business e miglioramento del clima aziendale. 


 Le diverse attività

L’attività si articola su quattro filoni principali:

In altri termini parole selezionare i candidati migliori, individuare i talenti, mappare le competenze ed il clima nell’ottica di cambiamenti organizzativi e migliorare il benessere del personale.


 

Due modalità di intervento (oltre alla consulenza): outsourcing e temporary management

Quando un’azienda è troppo grande per fare a meno dell’ufficio del Personale e quando è troppo piccola per permettersi un HR Manager a tempo pieno, ci possono essere due soluzioni efficaci:

  • Affidare in outsourcing la funzione HR.

Ciò significa avere a disposizione una persona esperta in azienda quando serve e sempre da remoto (via telefono o email). Si può così accedere ad una competenza HR specifica senza un costo fisso ma con un costo variabile, inferiore ad un full time.

La media azienda rischia di disperdere energie e costi per le attività HR che risultano sparpagliate in diverse funzioni, che perdono tempo in attività che non sono loro proprie senza un controllo di tempi, qualità e costi.

Questo tipo di approccio  è consigliabile se bisogna introdurre miglioramenti nella gestione del personale in azienda utilizzando una forza propulsiva esterna, che porti punti di vista e soluzioni nuove e che aiuti i responsabili nel cambiamento che l’azienda richiede.

In particolare l’HR in outsourcing si occupa di tutte le problematiche del Personale

    • Inserimento (reclutamento, selezione, head hunting)
    • Sviluppo (addestramento, formazione, piani di carriera)
    • Valutazione delle performance (mappatura dei ruoli, bilancio delle competenze, valutazione delle prestazioni)
    • Benessere organizzativo (valutazione clima aziendale, valutazione stress lavoro correlato, coaching)

 

  • Affidarsi ad un temporary manager.

Spesso confuso con la figura del consulente, il temporary manager è, al contrario, un operativo, un dirigente a tutti gli effetti, cui vanno conferite adeguate deleghe, che risponde dei risultati. Il temporary manager svolge un’attività che si contraddistingue per operatività ed interventi concreti, avvalendosi del personale dell’azienda stessa.

Il temporary manager, può nel giro di un anno circa, riformare una riorganizzazione aziendale e formare adeguatamente anche una specifica persona che potrà prendere il suo posto una volta terminato il progetto, continuando a orientare l’azienda verso il giusto approccio al business e alle risorse umane.

 

 

 


Per saperne di più e prendere un appuntamento:

 

Nome*

Cognome*

Email*

Telefono*

Città

Oggetto*

Messaggio

Allegati (max 10 MB)

Consenso Privacy: ho letto e dò il consenso al trattamento dei dati secondo quanto riportato nell'informativa disponibile a questo link

 

Autore: .